Esito esame di accompagnatore turistico... abilitata!

28 aprile

Ebbene sì, finalmente lo posso dire: esame di accompagnatore turistico superato! Abilitata!


esito esame accompagnatore turistico

Finalmente ve lo posso raccontare...
Ore 15 del 13 aprile 2015, mi trovo in una splendida e soleggiata Venezia, con la solita ansia che mi stritola lo stomaco. Partita da Roma la mattina stessa, sveglia presto, ripasso continuo e nervoso in treno, sopporto a stento i vicini di posto rumorosi. Adesso ricordo come vivevo gli esami orali all'università, che brutta sensazione!

Alle 15 mi trovo sotto il portone degli uffici della Provincia di Venezia.
Venezia è sempre splendida, l'acqua dei canali brilla sotto i raggi del sole, mi guardo intorno, respiro, entro. Quarto piano... ansia!

Ore 15.07, arrivo davanti l'ufficio dove si sta svolgendo la prova orale. Prima persona già entrata... cavoli, non mi sono registrata, faccio in tempo a scappare! Una ragazza è lì fuori e ha un'espressione nel viso simile a quella che dovevo avere io. È nella mia stessa situazione. Ci facciamo coraggio a vicenda. Mi informa che manca una persona... cavolo! Il tempo che mi separa dal patibolo è ancora più breve! La prima persona ha già finito, non posso più scappare. Si affaccia una signora della commissione: "ah, è arrivata anche lei signorina, vabè, si può registrare adesso, entri pure...".

È giunta la mia ora. O adesso o mai più.
"Documento".
"Metta una firma qui".
"Scelga una busta qui davanti a lei".
"Vuole iniziare con la lingua o la parte generale?"
Il francese lo so, non posso andar male! Via, sciogliamo il ghiaccio: "Arriva con il suo gruppo al Museo d'Orsay e scopre che la visita prenotata non si potrà fare. Come si comporta?". Bè, l'importante è parlare e tenere la conversazione con la signora francese che ho davanti.
Andata col francese.

Mi giro verso gli altri componenti della commissione, individuo il temuto commissario di geografia.
"Scelga una busta tra quelle che ha qui davanti e legga le domande scritte nei foglietti all'interno. Inizi lei a rispondere dalla domanda che vuole".
Apro la busta, come se fosse l'ultima della mia vita e cercando di prendere tutto il tempo possibile. Tre foglietti, leggo tutte le domande, scanso subito geografia, andiamo con la pratica: “una persona del tuo gruppo ha un malore, come ti comporti?” Escono parole sensate dalla mia bocca... dai, non è poi così male...
Legislazione: “il Codice del Consumo”. Bene, innanzitutto sono gli articoli dall'82 al 100 quelli che si occupano di turismo, ma tutelano solo quel turista che usufruisce del pacchetto turistico. Domanda dopo domanda inizio addirittura a trovare la commissione simpatica.
Trasporti: la classificazione degli aeroporti... celo: in base alla lunghezza della principale pista di atterraggio.
Si va avanti con la tecnica professionale: “il prodotto turistico, le sue fasi”. Partiamo dalla materia prima, trasformazione e poi la distribuzione. Sul Castoldi era scritto tutto.
E anche col secondo commissario ho finito. Foglietto dopo foglietto inizio ad assaporare la fine di questi minuti tragicomici. Legislazione regionale: “gli uffici IAT secondo la legge regionale 33 del 2002”. Spremo le meningi: gli uffici IAT si occupano dell'accoglienza ai turisti e fornire le giuste informazioni turistiche; possono lavorare in collaborazione con le Pro Loco; in Veneto possono operare come ufficio stampa per giornalisti e tv allo scopo di promuovere il territorio del comune dove operano; a fini statistici, possono rilevare le presenze turistiche contattando gli alberghi del territorio.
Non mi resta che l'ultimo commissario, colui che sui forum e sui social è descritto come un tiranno, snob e malefico. Geografia: “Un viaggio nella Mitteleuropa da Vienna a Budapest”. Bingo! Budapest me l'hanno chiesta anche l'altra volta (ehm...sì, quando andò male...) e ci vado il prossimo mese! Ce la posso fare! Sfoglio nella mia mente la guida che ho già comprato dell'Ungheria, ne tiro fuori tutte le parole che ricordo.

Passano così questi abbondanti 40 minuti, e finalmente anche la prova orale di abilitazione alla professione di accompagnatore turistico è finita, e con mia grande gioia, anche superata!

You Might Also Like

11 commenti

  1. Io mi sono iscritta a Dicembre alla sessione di Brescia, ma ad ora non mi è arrivata ancora nessuna comunicazione....così per sapere, per te quanto tempo è passato dalla chiusura bando all'uscita delle date?
    E poi oddio, è così difficile l'esame?? Un'amica ha fatto quelli di guida e mi ha detto di averlo trovato facile!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michela! L'ultima bando di Venezia è scaduto il 22 aprile 2014, lo scritto c'è stato a fine settembre e per gli orali sono stati lunghissimi! Iniziati a fine ottobre-novembre 2014 e finiranno a maggio 2015. Con molta calma insomma, fanno 3 o 4 persone massimo al giorno.
      Se studi bene, anche senza strafare, quelle domande che mi hanno fatto le saprai rispondere. L'unico dubbio resta la geografia che può spaziare da una domanda sulla regione dove stai svolgendo la prova fino all'altro capo del mondo. A Venezia hanno fatto domande solo su Italia e Europa, mai un paese extraeuropeo, ma non prenderla come prassi per tutti gli esami.

      Elimina
    2. Grazie 1000! Mi stavo preoccupando, ma vedo che tanto i tempi son lunghissimi! Continuerò a studiare allora! Grazie 1000 poi ti farò sapere :)

      Elimina
  2. Ciao! Ho scoperto il tuo blog grazie al tuo commento sul mio post in merito ai 13 segnali per riconoscere un italiano che ha vissuto in Spagna e l'ho trovato davvero molto carino. Tanto che ho deciso di nominarti per i Liebster Award! Se ti andasse di partecipare trovi le domande a cui rispondere qui > http://bit.ly/ISLiebster (puoi andare direttamente in fondo al post, se vuoi comprensibilmente risparmiarti tutta la parte con le risposte a quelle che hanno fatto a me :D )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma quale onore! grazie tante! risponderò senz'altro, appena il lavoro mi darà qualche ora più tranquilla. Piacere di conoscerti!

      Elimina
  3. Cavolo, sembra un esame veramente difficile O_O grande, ce l'hai fatta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuramente io ero un po' troppo carica di ansia, ma è comunque impegnativo... ma se si studia si fa (come si dice sempre quando gli esami sono passati! :-P)

      Elimina
  4. Olè! Andata! Complimenti :D
    Mi stava venendo l'ansia a me mentre ti leggevo, figurarsi a te che eri sotto esame :)

    RispondiElimina
  5. Ciao! Innanzitutto complimenti, a quest'ora starai già lavorando come accompagnatrice!
    Io avrei l'esame a maggio, a Taranto. Volevo chiederti:
    1) è normale che non sia prevista la prova di lingua, secondo te?
    2) Credi che il Castoldi sia sufficiente per l'esame o serve necessariamente integrare con altro? Nel bando non specificano i testi (per evitare di fare gli interessi di qualcuno, scrivono). Bah!
    Grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Rispondo con un po' di ritardo! Sto leggendo molte cose su questo bando di Taranto. La situazione è sempre più caotica.
      Non è assolutamente normale che non ci sia la lingua, anche perchè secondo me un'abilitazione per una professione turistica senza almeno una lingua straniera ha poco valore sul mercato, visto che tutte le persone che già lavorano sono abilitate in almeno una lingua straniera. E trovo ancora più assurdo che voi dobbiate pagare per fare questo esame e poi un'altra volta per la lingua!
      Il Castoldi è il punto di partenza per preparasi, ma non è esasustivo, soprattutto per la geografia e la legislazione che dall'ultima edizione del manuale è già stata aggiornata.
      Buono studio e in bocca al lupo!

      Elimina

Lettori fissi

Credits & Disclaimer

I contenuti presenti sul blog "ViaggiArteTurismo", dei quali è autrice la proprietaria del blog, non possono essere copiati, riprodotti, o redistribuiti perché appartenenti all'autrice stessa, salvo specifica richiesta scritta.
Tutte le fotografie e i contenuti multimediali pubblicati sono creati dall'autrice o forniti dagli uffici stampa, salvo diversa segnalazione. In caso di riconosciuta proprietà prego segnalarlo all'indirizzo email viaggiarteturismo@gmail.com.
L'utilizzo delle immagini dal blog è consentito solo tramite segnalazione del photo credit.
Copyright © Claudia Pettinari - ViaggiArteTurismo