In treno dal Vaticano a Castel Gandolfo

12 settembre

Aperta la linea ferroviaria dalla Città del Vaticano alle Ville Pontificie di Castel Gandolfo per far conoscere a turisti e curiosi la seconda residenza papale.


Castel Gandolfo Palazzo Apostolico_Galleria dei ritratti

A partire da oggi, 12 settembre 2015, c'è una novità per tutti coloro che arrivano a Roma e vogliono uscire un po' dai soliti itinerari del centro città. Grazie alla collaborazione tra Musei Vaticani e Ferrovie dello Stato è stato istituito un nuovo collegamento ferroviario che tutti i sabati porterà turisti, viaggiatori e pellegrini dal cuore del Vaticano fino a Castel Gandolfo, per poter visitare il Palazzo Apostolico, con la nuova Galleria dei Pontefici, e i magnifici giardini di Villa Barberini.

Stazione Vaticana_treno Castel Gandolfo

Io un giro l'ho già fatto: ho scoperto che dentro al Vaticano c'è una stazione che per l'occasione è stata riaperta. Purtroppo il treno non sarà sempre quello storico dei primi anni del Novecento dove ho avuto la fortuna di salire, ma il servizio sarà sempre assicurato ogni sabato e lo si può acquistare solamente dal sito internet dei Musei Vaticani. Con un unico biglietto si può quindi raddoppiare la visita: non solo la Basilica di San Pietro e i Musei Vaticani con la Cappella Sistina, ma anche la seconda residenza papale a Castel Gandolfo.

Partenza dalla stazione Vaticana (si accede da Piazza del Sant'Uffizio), in meno di un'ora si scende alla stazione di Castel Gandolfo, da dove si potrà proseguire in pochi minuti a piedi verso Piazza della Libertà e il Palazzo Apostolico, che da oggi apre le sue porte fino al piano nobile.

Castel Gandolfo, lago di Albano

Il Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo è universalmente noto come la residenza estiva dei Papi. Fu Urbano VIII Barberini il primo a trascorrere qui le sue vacanze estive nel 1626, e fu lui a decretare che questo palazzo dovesse diventare da quel momento in avanti il luogo delle villeggiature dei pontefici.
Nelle sette stanze accessibili al pubblico sono distribuiti i 50 ritratti di papi che hanno varcato il soglio pontificio dal Cinquecento ad oggi; con un servizio di audioguida incluso nel prezzo si potrà conoscere una parte della storia papale, da Giulio II fino a papa Bergoglio, e non dimenticate il pezzo forte: l'affaccio dalla terrazza della seconda stanza con una bellissima vista sul Lago di Albano.

La sola Galleria dei Ritratti non merita la visita se non si approfitta anche per visitare un po' il borgo, ricco di storia e di altri luoghi di interesse storico-artistico come le Ville Pontificie, distribuite in un'area di circa 55 ettari, purtroppo non interamente visitabili.
Impossibile resistere alla bellezza dei giardini, un'immensa area verde che oltre al giardino all'inglese include anche le Fattorie delle Ville Pontificie.

Castel Gandolfo, giardino di Villa Barberini

Un servizio navetta collega Castel Gandolfo alle Ville Pontificie, e dai giardini delle Ville lo stesso servizio porta alla stazione di Albano Laziale, dove si potrà riprendere il treno di ritorno verso la stazione San Pietro di Roma.

Sono stati messi a disposizione diversi itinerari e diversi pacchetti, dal full day fino alla singola visita alla Galleria dei Ritratti, con audioguida o con operatore didattico.

Tutti gli itinerari della linea ferroviaria da Città del Vaticano a Castel Gandolfo si possono trovare sul sito internet dei Musei Vaticani.


Le foto sono fornite dall'Ufficio Stampa Musei Vaticani.

You Might Also Like

2 commenti

  1. Ma che bella cosa! Spero di poter venire a Roma al più presto e approfittarne per fare questo tour!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, tutta l'area dei Castelli Romani è molto bella da vedere

      Elimina

Lettori fissi

Credits & Disclaimer

I contenuti presenti sul blog "ViaggiArteTurismo", dei quali è autrice la proprietaria del blog, non possono essere copiati, riprodotti, o redistribuiti perché appartenenti all'autrice stessa, salvo specifica richiesta scritta.
Tutte le fotografie e i contenuti multimediali pubblicati sono creati dall'autrice o forniti dagli uffici stampa, salvo diversa segnalazione. In caso di riconosciuta proprietà prego segnalarlo all'indirizzo email viaggiarteturismo@gmail.com.
L'utilizzo delle immagini dal blog è consentito solo tramite segnalazione del photo credit.
Copyright © Claudia Pettinari - ViaggiArteTurismo