Il Gran Priorato dei Cavalieri di Malta a Roma

13 giugno

Esiste un luogo a Roma dove è possibile osservare tre Stati diversi allo stesso momento: Italia, Stato Vaticano, e lo Stato Sovrano dell'Ordine di Malta. Questo luogo si trova sull'Aventino ed è il Gran Priorato dei Cavalieri di Malta.


gran priorato cavalieri di Malta Aventino Roma

Un tempo conosciuto per lo più ai romani, oggi sempre più turisti raggiungono questo punto di Roma per ammirare il panorama dal buco della serratura più famoso del mondo. Il Gran Priorato dei Cavalieri di Malta si trova sul colle Aventino a Roma, nella piazza in fondo a via di Santa Sabina, oggi intitolata all'Ordine.
Non è un luogo normalmente aperto al pubblico: per visitare la sede del Gran Priorato bisogna prender parte a visite guidate organizzate da associazioni o agenzie, ma è un'esperienza che vale assolutamente la pena di fare.
Il Gran Priorato dei Cavalieri di Malta e la piazzetta antistante sono un esempio unico a Roma di risistemazione urbanistica ad opera dell'artista veneto Giovanni Battista Piranesi (1720 - 1778), nonché sua prima e unica opera architettonica.
In molti arrivano in questa piazza per sbirciare attraverso il buco della serratura ed ammirare la prospettiva con la Cupola di San Pietro al centro. Ma cosa c'è dall'altra parte della serratura? Uno dei più bei giardini all'italiana che si possono vedere nella capitale, con una splendida vista sulla città.

Il Gran Priorato dei Cavalieri di Malta: un po' di storia


chiesa Gran Priorato Cavalieri di Malta Aventino

Il Gran Priorato sorge nel luogo in cui anticamente si trovava l'abbazia benedettina cluniacense Santa Maria de Aventino, presa in possesso nel XIV secolo dall'Ordine Ospitaliero dei Cavalieri di Rodi, diretti eredi del soppresso ordine dei Templari.
Dell'antica casa templare oggi non resta molto: l'aspetto attuale si deve alla committenza del cardinale Giovanni Battista Rezzonico, nipote di papa Clemente XIII, che nel 1764 affidò al Piranesi la ristrutturazione del Priorato e della piazzetta adiacente. Per noi oggi è un gioiello nascosto di Roma, ma i contemporanei di Piranesi non apprezzarono molto il lavoro, tanto da considerarlo un folle.

Il Gran Priorato dei Cavalieri di Malta: la visita oltre il buco della serratura


visitare il gran priorato del Cavalieri di Malta sul colle Aventino

L'ingresso si apre sul vialetto alberato che conduce fino alla piccola Chiesa di Santa Maria del Priorato. L'edificio già esistente venne totalmente rinnovato dal Piranesi con una decorazione a stucco ricca di simbologie che fanno riferimento all'Ordine, alla famiglia Rezzonico, e alla leggenda cara ai Templari che vede il colle Aventino come una grande nave pronta a salpare verso la Terra Santa. Il riferimento simbolico alla nave con le armi si ritrova al di sopra del portale che dà sulla piazza, così come nel timpano della chiesa, a ricordare l'origine militare dell'Ordine, nato per difendere la fede cristiana.
L'interno della chiesa è piccolo e raccolto, un trionfo di bianche decorazioni a stucco, e conserva la tomba dello stesso architetto.

chiesa gran priorato cavalieri di Malta Aventino

Immerso nel silenzio, il giardino è la parte sicuramente più piacevole di tutto il complesso. Fu sempre il Piranesi nel Settecento a darne l'aspetto attuale di giardino all'italiana, e a lui si deve la famosa prospettiva che tutti ammirano dal buco della serratura. L'unica testimonianza dell'antica casa templare è il pozzo medievale dove un'iscrizione ricorda tale Pietro Fernandi, militare dell'Ordine Templare.

giardino Gran Priorato Cavalieri di Malta Aventino

Solamente quando ci si avvicina alla terrazza del giardino l'effetto ottico che tutti ammirano dal buco della serratura viene svelato: la cupola di San Pietro sembra grande e vicina osservandola da dietro il portone d'ingresso, ma diventa poi piccola piccola quando ci si affaccia dal giardino, immersa nel panorama sulla città eterna.

Vi do un consiglio: non vi fermate solamente dietro al buco della serratura, quello lo fanno ormai tutti i turisti. Il Gran Priorato dei Cavalieri di Malta sul colle Aventino è interessante perché raccoglie in sé un esempio unico di arte, architettura, urbanistica, nonché storia e leggenda legate a Roma e all'ordine dei Templari.


You Might Also Like

0 commenti

Lettori fissi

Credits & Disclaimer

I contenuti presenti sul blog "ViaggiArteTurismo", dei quali è autrice la proprietaria del blog, non possono essere copiati, riprodotti, o redistribuiti perché appartenenti all'autrice stessa, salvo specifica richiesta scritta.
Tutte le fotografie e i contenuti multimediali pubblicati sono creati dall'autrice o forniti dagli uffici stampa, salvo diversa segnalazione. In caso di riconosciuta proprietà prego segnalarlo all'indirizzo email viaggiarteturismo@gmail.com.
L'utilizzo delle immagini dal blog è consentito solo tramite segnalazione del photo credit.
Copyright © Claudia Pettinari - ViaggiArteTurismo