Passeggiata a Rennes: cosa vedere nella capitale della Bretagna

08 settembre

Rennes, capitale della Bretagna, è la città di partenza per esplorare questa regione del nord della Francia dove la cultura francese si mescola alle antiche radici celtiche. In una giornata si può esplorare la città a piedi, passando per alcune tappe fondamentali.
Ecco cosa vedere nella capitale della Bretagna.

cosa fare e vedere a Rennes

Premetto che il mio itinerario ideale ha dovuto subire delle modifiche, perché due delle tappe che avevo previsto di fare, La Criée – Centro d'Arte Contemporanea di Rennes e il Musée de Bretagne, erano chiusi per un rinnovamento degli allestimenti. La Criée riaprirà ad ottobre e il Musée de Bretagne il 12 settembre; se vi recherete a Rennes nei prossimi giorni raccontatemi come sono!

Rennes non è una grande città: i suoi abitanti sono poco più di 200.000, e il centro si estende per un'area abbastanza ridotta, tagliata a metà dal fiume Vilaine, facilmente percorribile a piedi. La sua storia è segnata da un grande incendio che nel 1720 distrusse gran parte della città, lasciando solo poche tracce della sua gloria medievale. Tuttavia l'impressione che si ha passeggiando per le vie di Rennes, è quella di una città vivace e giovane, grazie alla presenza di numerosi studeti iscritti all'Università locale.

Itinerario a piedi al centro di Rennes

Il mio itinerario a piedi al centro di Rennes parte dalla sponda sud del fiume Vilaine, dalla Place Honoré Commeurec, dove si trova appunto La Criée Centre d'Art Contemporain de Rennes (ingresso gratuito).
Proseguendo verso est, si passa davanti al Licée Émile Zola, dove nel 1899 si svolse parte del processo ad Alfred Dreyfus, il cui esito venne fortemente criticato dallo stesso Zola nel noto articolo J'Accuse.

Musée des Beaux Arts di Rennes


Affacciato lungo il fiume il museo si trova a pochi passi dal Licée Zola. L'ingresso normalmente è di 5 euro tariffa intera, ma la prima domenica di ogni mese è gratuito.
Il museo non è molto grande: al suo interno al piano terra c'è una piccola sezione archeologica, spazi per esposizioni temporanee, e la ricostruzione di una sorta di Wunderkammern appartenuta a Christophe-Paul de Robien, presidente del Parlamento Bretone nella prima metà del '700 e amante di storia naturale.
Al piano superiore la parte più interessante della collezione, con opere dal XVI secolo al contemporaneo. Sarà l'occasione per ammirare Il Neonato, opera del 1645 di George de la Tour, la Caccia alla Tigre di Rubens e la bellissima pala con la Deposizione dalla Croce di Charles le Brun.

Palais du Parlement Rennes

Una volta usciti dal Musée des Beaux Arts si prosegue verso nord, attraversando il fiume e passando davanti alla maestosa architettura della chiesa di Saint Germain.
Proseguendo lungo rue Derval si arriva al Palais du Parlement, edificio risparmiato dall'incendio del 1720, ma destinato alla stessa sorte più tardi, nel 1994. Il suo interno è visitabile su prenotazione sia per persone singole che per gruppi organizzati.

Saint Melaine e Parc du Thabor

parc du Thabor Rennes

Spingendosi ancora più a nord si raggiunge la Place Hoche, per poi voltare a destra verso la chiesa di Notre Dame en Saint Melaine, dietro alla quale si sviluppa il Parc du Thabor, il polmone verde della città, classificato tra i giardini pubblici più belli di Francia. Una sosta qui è d'obbligo, che sia distesi sul prato o davanti ad un bicchiere nella terrazza del bar del parco.
Per chi preferisce passeggiare, invece, sarà piacevole passare dal giardino alla francese, all'orto botanico; dalle serre al giardino all'inglese; dalla grande uccelliera fino alla cascatella.

Il centro storico e la Place Champ Jacquet

Place Champ Jacquet Rennes

Uscendo dal parco si ritorna verso Place Hoche e la passeggiata continua oltre fino a Place Saint Anne, sulla quale si affaccia la Basilica di Saint Aubin. Al di là del cantiere che attualmente soffoca un po' la piazza (già, purtroppo anche la basilica era chiusa per via dei lavori), qui si entra nella parte più antica della città, quella con le tipiche casette bretoni storte e le travi di legno a vista.
Place Saint Anne, la vicina Place Saint Michel, e le viette che le collegano sono la zona più animata della città: non solamente bella da guardare, ma anche da vivere grazie ai numerosi negozietti, alle numerosissime terrazze all'aperto dove bere qualcosa o mangiare una crêpe. Lungo rue Saint Michel avrete l'imbarazzo della scelta!
Passando per rue Leperdit si arriva alla Place du Champ Jacquet, la piazza più caratteristica, con i suoi edifici che sembrano i disegni d'un cartone animato. Queste palazzine sono state edificate nel XVII secolo come alloggi per i parlamentari, e ancora conservano l'aspetto originale che le rendono forse il punto più fotografato di Rennes.

Place des Lices

Place des Lices Rennes

Adiacente a Place Saint Michel, si trova Places des Lices, la piazza del mercato.
Dicono che il mercato del sabato di Rennes sia uno dei mercati pù grandi di tutta la Francia. Sicuramente è un'esplosione di profumi, colori, voci, e tante tante persone. Un appuntamento imperdibile se si vuole vivere Rennes as a local.
La Place des Lices non è solo il grande mercato; spesso qui si svolgono anche mercatini di più piccole dimensioni dove trovare oggetti vari e libri a prezzi stracciati.

Cattedrale San Pietro

cattedrale san Pietro Rennes

Girando l'angolo dietro la Place des Lices si incontra sulla destra la Porte Mordelaise, l'antica porta principale di accesso alla città, oggi stretta tra gli edifici moderni da un lato e gli scavi archeologici dall'altro.
La porta guarda verso la facciata in granito della Cattedrale di Saint Pierre, l'edificio di culto principale di Rennes. L'interno non è da capogiro, ma nel deambulatorio si possono vedere interessanti decorazioni pittoriche ottocentesche che rappresentano diversi santi bretoni.

Place de la Mairie


Per concludere la passeggiata a Rennes si può arrivare alla Place de la Mairie, dove si trova il Municipio (Hôtel de Ville). Dalla cattedrale basta addentrarsi per la piccola rue Saint Yves, lungo la quale non perderete l'occasione di fare altre foto alle case antiche e dove si trova anche l'Ufficio di Informazioni Turistiche di Rennes, all'interno della suggestiva cornice di una chiesa medievale sconsacrata.
Sull'elegante piazza settecentesca si affacciano la torre dell'orologio e il teatro dell'opera e, per gli amanti dello shopping, da qui si dipartono le vie con il maggior numero di negozi. Se invece non vi interessa troppo lo shopping fate come me: sedetevi al tavolino di un bar a sorseggiare qualcosa e a godervi gli ultimi momenti della giornata prima della cena.

You Might Also Like

2 commenti

  1. Quelle casette strette e colorate del centro storico sono adorabili!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente sì, sono proprio la Bretagna che immaginavo. Mi è piaciuta molto questa regione della Francia, tornerò senz'altro! Ci sei mai stata tu?

      Elimina

Lettori fissi

Credits & Disclaimer

I contenuti presenti sul blog "ViaggiArteTurismo", dei quali è autrice la proprietaria del blog, non possono essere copiati, riprodotti, o redistribuiti perché appartenenti all'autrice stessa, salvo specifica richiesta scritta.
Tutte le fotografie e i contenuti multimediali pubblicati sono creati dall'autrice o forniti dagli uffici stampa, salvo diversa segnalazione. In caso di riconosciuta proprietà prego segnalarlo all'indirizzo email viaggiarteturismo@gmail.com.
L'utilizzo delle immagini dal blog è consentito solo tramite segnalazione del photo credit.
Copyright © Claudia Pettinari - ViaggiArteTurismo